Soprintendenza per i Beni Archeologici

Switch to desktop Register Login

Catalogazione

Schede di catalogoIl Servizio catalogo promuove e coordina la catalogazione dei beni archeologici sull'intero territorio regionale secondo standard definiti dall'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione al fine dell'acquisizione di conoscenze sui beni e della produzione della loro documentazione in base a criteri omogenei e condivisi a livello nazionale.

Promuove la conoscenza dei beni archeologici territoriali attraverso campagne di catalogazione di iniziativa propria, in collaborazione con Enti territoriali e con la regione Piemonte e nell'ambito di progetti speciali (Progetto "Dalle Alpi alle Piramidi" ex lege 84/90).

Garantisce e gestisce l'archiviazione organizzata delle informazioni tecniche, scientifiche  e amministrative sui beni di competenza del territorio regionale a supporto dell'attività istituzionale di tutela.

L'Archivio delle schede di catalogo della Soprintendenza raccoglie copia cartacea delle schede di varie tipologie di beni archeologici (corredate da allegati grafici e/o fotografici) e si completa con un data base di gestione delle schede in formato digitale prodotte  dalla Soprintendenza a partire dal 1990 ad oggi per un totale complessivo di circa 120.000 schede . Nell'Archivio delle schede di Catalogo sono inserite anche le schede cartacee dell'archivio storico della Soprintendenza, redatte antecedentemente al 1969. 

Dal 2005 in seguito alla istituzione della nuova Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie
sono confluite nell'Archivio anche le schede di catalogo di tutti i reperti del Museo Egizio di Torino (circa 35.000) conferiti  alla Fondazione MAE  sui quali la Soprintendenza continua ad esercitare la tutela.

Il Servizio lavora su obiettivi operativi che riguardano:Classificatori schede di catalogo

a) Continuazione della catalogazione dei beni archeologici secondo disponibilità economiche annuali attraverso l'infrastruttura tecnologica SIGECWEB messa a disposizione dal Sistema Informativo Generale del Catalogo;
b) Collaborazione con l'Istituto Centrale del Catalogo in attività di test  della stessa struttura SIGECWEB;
c) Gestione della banca dati istituzionale per le esigenze di tutela sui beni archeologici del territorio regionale;
d) Attività di stage formativi sulla catalogazione a supporto dell'attività istituzionale;
e) Digitalizzazione di immagini analogiche da allegare alle schede digitali.

© 2016 - Applicazione web e design Gianluca Di Bella

Top Desktop version